La Giunta comunale ha deciso di avviare un piano di ristrutturazione, che prevede anche nuove aree espositive.

Nuovo volto per il Palamostre di Udine. E’ quanto ha deciso la Giunta comunale che si appresta a varare un piano di ristrutturazione dell’edificio polifunzionale, che comprende una piscina, il teatro, spazi espositivi e magazzini. La struttura, che ha oltre 50 anni, era stata oggetto di un parziale restyling 12 anni fa, ma quella che si preannuncia ora è una vera e propria rivoluzione.

“Il costo è di 2,5 milioni di euro. Sarà un intervento radicale”, annuncia il vicesindaco Loris Michelini, “che interesserà tutti i livelli, dal piano interrato al sottotetto. E’ previsto anche un ascensore che consentirà di collegare i piani e trasportare dai magazzini le opere d’arte, che saranno collocate nel piano più elevato, dove prenderà vita una vera e propria sala espositiva, realizzata secondo i criteri più moderni, e consentirà di riportare alla luce i tesori finora nascosti. Insomma, sarà una seconda Casa Cavazzini”. Il progetto esecutivo sarà pronto entro circa tre mesi; poi seguirà la gara per l’affidamento dei lavori entro l’anno.

Tra le opere pubbliche al via anche la prima rotatoria in viale Venezia, all’altezza della casa di cura. “I lavori – ha spiegato Michelini – inizieranno entro qualche mese e saranno realizzati da un privato, mentre l’amministrazione si occuperà degli attraversamenti ciclo-pedonali e delle opere connesse”.

  • AUTORE: Isabella Gregoratto

https://www.ilfriuli.it/articolo/cronaca/il-palamostre-di-udine-si-rifa-il-look/2/213005